fbpx
search
Italian English French Spanish
Telecamere in arrivo nelle Scuole. Sì della Camera alla nuova legge.

Telecamere in arrivo nelle Scuole. Sì della Camera alla nuova legge.

La Camera dei Deputati approva la legge sulla videosorveglianza negli asili e nelle case di cura. La parola definitiva spetta ora al Senato. Salvo esito negativo, le telecamere di videosorveglianza saranno installate presto anche negli asili italiani.  Ma andiamo più nel dettaglio per capire quali sono le novità introdotte in modo da capire più facilmente cosa accadrà con l'approvazione della legge. 

MADA TECH IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA PER ASILI NIDO

La Proposta di Legge

C'è chi vorrebbe videocamere presenti in ogni nido e chi invece no. Secondo voi è giusto installare le telecamere, così da poter rilevare immediatamente eventuali casi di abuso sapendo, però, che ciò potrebbe significare anche violare la privacy di insegnanti e alunni?  La legge non prevede costi di attuazione, ciò significa che per la finanza pubblica non sono previste spese aggiuntive. Ma tutto è soggetto a mutamenti soprattutto dopo che la proposta di legge verrà approvata in commissione, dove i deputati chiederanno, in ogni caso, che venga stabilito un fondo di almeno 5 milioni l’anno per tre anni per le spese iniziali. I sistemi di videosorveglianza verranno installati previo accordo collettivo stipulato dalle rappresentanze sindacali o, in mancanza di accordo, previa autorizzazione dell’Ispettorato nazionale del lavoro. La presenza dei suddetti sistemi dovrà essere adeguatamente segnalata a tutti i soggetti che accedono all’area videosorvegliata. Sarà poi a cura del gestore dell'impianto interfacciarsi al Administraor del Sistema per effettuare la gestione delle registrazioni da remoto.

MADA TECH IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DIGITALE PER LE SCUOLE

Le immagini riprese dalle telecamere non potranno essere viste da nessuno, neppure dal personale della scuola. Solo la magistratura potrà richiedere la visione le immagini criptate. I tempi non saranno molto lunghi, poiché per la visualizzazione delle immagini è sufficiente che ci sia una denuncia da parte dei genitori. Infine, con la nuova legge verranno introdotti dei test psico-attitudinali per tutto il personale che lavora a contatto con bambini in fascia d’età 0-6, anziani e disabili. Insegnanti, operatori socio-sanitari, educatori e infermieri; questi dovranno dimostrare essere in grado di ricoprire la loro mansione. Quanto costerà allo Stato mettere in moto questo sistema? La legge non prevede costi di attuazione, tuttavia una volta che il ddl arriverà in commissione i deputati firmatari chiederanno che venga concesso un fondo di circa 5 milioni di euro l’anno per tre anni, così da coprire le spese iniziali. Di sicuro questi sistemi miglioreranno la sicurezza e la gestione dei discenti